fbpx

I nostri servizi

TA.RI. (Tassa Rifiuti)

I nostri servizi

TA.RI. (Tassa Rifiuti)

È l’imposta comunale istituita con la  LEGGE DI STABILITÀ 2014.  Il presupposto della TA.RI. è  il POSSESSO o LA DETENZIONE a QUALSIASI TITOLO  di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso,  in grado di produrre rifiuti urbani. Dunque, la tassa sui rifiuti prevede che la somma da versare al Comune sia dovuta dagli inquilini, indipendentemente se proprietari o affittuari.

Il problema è dovuto all’errore di calcolo, da parte del Comune, che coinvolge migliaia di cittadini ed imprese. La tassa dei rifiuti, detta TA.RI., viene calcolata in base a una QUOTA FISSA (metri quadrati dell’immobile) e una QUOTA VARIABILE (numero di componenti della famiglia). Le tariffe TA.RI. sono però riferite all’”utenza”, comprensiva delle pertinenze (garage, cantina, ecc.).

L’errore si è verificato perché diversi Comuni hanno applicato a ogni unità immobiliare entrambi i parametri: mentre la sola quota variabile, essendo correlata solo al numero degli occupanti, andrebbe associata all’intera utenza. Ne discende che molte Amministrazione Comunali avrebbero ricomputato più volte la componente variabile (ovvero, il numero di abitanti/occupanti effettivi dell’immobile) non solo per la parte residenziale propriamente detta, bensì anche per le pertinenze: garage, box, cantine, mansarde, soffitte, etc…

W&S può, nel pieno rispetto delle normative legali in essere, valutare, esaminare, periziare e richiedere il rimborso della TA.RI. “gonfiata” al massimo per gli ultimi 5 anni di imposta versata. Possono accedere e fruire di tal servizio tutte le Partite Iva che ritengono di aver versato eccedenze non dovuto, a patto che l’importo TA.RI. pagato sia superiore alla soglia di 1.000,00 euro.

Con la documentazione fornita dal cliente (questionario + allegati in esso indicati) W&S procederà alla verifica gratuita della quantificazione della Tassa Rifiuti (TA.RI.) a carico del contribuente cliente. Verrà altresì contestualmente esaminato e appurato se l’importo richiesto dal Comune per detta tassa (TA.RI.) è corretto e congruo, oppure aggiornato e modificato al ribasso. Alla luce di quanto sopra il cliente potrà successivamente richiedere una perizia dettagliata di W&S per:

 

  1. Accertare l’esatto calcolo della Tassa Rifiuti (TA.RI.) dovuto all’Ente Gestore;
  2. Accertare l’importo dell’eventuale recupero della somma corrisposta nell’anno in corso e nelle annualità pregresse (5 anni max);
  3. Comunicare all’Ente Gestore di competenza territoriale la correzione dei parametri di calcolo per l’emissione corretta delle future fatture Tassa Rifiuti che il cliente dovrà corrispondere da quel momento in avanti dopo l’accertamento intervenuto.